La candidatura di Milano Città Creativa UNESCO presentata oggi agli stakeholders

E’ stata presentata oggi, 5 settembre 2017, nella Sala Conferenze di Palazzo Reale, la candidatura di Milano Città Creativa Unesco. Nell’incontro sono stati illustrati agli stakeholders l’iter e gli obiettivi della candidatura, le linee su cui si svilupperanno nei prossimi anni i progetti e le attività di sostegno alla candidatura previste nelle prossime settimane.
L’Assessore alla Cultura Filippo Del Corno ha sottolineato che un esito positivo accrescerebbe ulteriormente la reputazione di Milano migliorerebbe ulteriormente a livello internazionale, con ricadute importanti su tutto il territorio. Ha ribadito l’importanza del libro nella sviluppo del patrimonio cognitivo della comunità e dunque la necessità di politiche di sostegno alla lettura. Ha sottolineato che la candidatura offre una importante occasione di crescita culturale per la città, con ricadute positive sull’intero sistema culturale italiano.
UNESCO affida un ruolo centrale alle città creative, quelle che pongono la creatività e la cultura al centro del loro sviluppo: attraverso di esse, si tratta di immaginare uno sviluppo urbano che deve essere sostenibile dal punto di vista economico, ambientale e sociali.
La prima fase del lavoro ha previsto una analisi del “distretto editoriale” milanese: un lavoro che è stato condotto anche a partire dalle ricerche degli studenti del Politecnico di Milano e dell’Università Bocconi coordinati dai professori Paola Dubini e Giovanni Baule, oltre che dagli allievi del Master di Editoria della Università Statale-Fondazione Arnoldo e Alberto Mondadori.
Successivamente il management team, composto da Giovanni Baule, Paola Dubini, Luisa Finocchi e Oliviero Ponte di Pino, con Stefano Parise, ha identificato nei componenti del Patto per la Lettura il nucleo fondante intorno a cui aggregare altri soggetti con cui costruire una progettualità condivisa.
Oliviero Ponte di Pino (componente del management team e curatore del programma di Bookcity Milano) ha presentato le sei linee progettuali messe a punto dal management team. Le prime tre sono rivolte alla città: la prima vuole raccontare la Milano letteraria ai milanesi, ai nuovi milanesi, figli di stranieri o stranieri venuti a vivere qui, e ai turisti, attraverso eventi e multimedialità; la seconda, con l’obiettivo della “lettura inclusiva”, punta a diffondere la lettura presso le categorie disagiate, per problemi fisici o psichici, o per varie situazioni di marginalità. La terza, all’insegna della “impollinazione incrociata”, vuole costruire rapporti più stretti tra le varie comunità creative presenti nella città (e tra i vari settori creativi individuati da UNESCO), valorizzando la centralità del libro.
Altri tre progetti hanno proiezione internazionale: scambi in residenza tra i giovani scrittori milanesi e delle altre città creative; una ricerca sulle nuove professionalità richieste da un settore in rapida evoluzione; un approfondimento sui nuovi luoghi della cultura, multifunzionali e multidisciplinari (ricordando il ruolo che hanno avuto gli Idea Stores londinesi nel rinnovamento della biblioteca pubblica).

Six Projects for Milan as UNESCO Creative City for Literature

[National Initiatives]

1. Literary Storytelling of Milan: City of writers, readers, and publishing (for the citizens of Milan and for tourists) : The project aims at equipping the city of Milan with an evolving series of maps. The model is an advanced map based portal. The maps will represent, in different scales and at different detail, the quantitative and qualitative dimension of the literary-editorial system in its close relation to the City. Edited on paper and digital media and in interactive format, maps will document and monitor the system of literary and editorial production, the relationship between stories, people and places and will rate opportunities for services and initiatives for citizens and tourists. A common and crowdsourced calendar will complement the offering. The maps will complement and enrich existing initiatives.

2. Inclusive Reading (for people at a disadvantage) : Various reading related projects and initiatives targeted to vulnerable social groups (physically or psychically disabled, people in hospitals and prisons, immigrants and asylum seekers, second generation Italians, difficult neighborhoods) will be strengthened, coordinated and enriched through new initiatives. For instance, Lettori ad alta voce (Those Who Read Aloud), a project recently launched by the City of Milan, will be implemented, training hundreds of citizens to read aloud, and engaging them in schools, hospitals, libraries, centres for the elderly, prisons… The public library renovation project will offer the opportunity to develop guidelines to improve the environmental, social and economic sustainability of the city’s public reading libraries, starting from the sustainability protocols developed on different cultural settings (Expo 2015 – Edison Green Movie – Edison Green Music – Teatro Stabile di Torino – GAM and Museo Ferragamo).

3. Cultural Sectors Cross-Pollination (for the Creative City and its Cognitive Capital) : The different Creative Sectors in a Creative City should have a better, richer and deeper dialogue. Specific initiatives and formats will be developed to introduce reading and books in the various events associated with the “city”, the “week” and the “festivals” events in town.
At the same time, BCM and the other literary festivals and fairs will identify opportunities to include the other creative sectors in their offering and agenda. The goal is to increasingly mix creators and audiences, favor the cross-impollination between different creative fields, and intermedial and transmedial collaborations.

[International Initiatives]

1. Places To Read (for young writers) : Starting from the experiences of Milan. A Place to Read and Booksinitaly and using the maps as a blueprint, a project will be developed on a selected number of UNESCO sites to foster the diffusion of the literary heritage of Cities and specific Countries. Through contacts and exchanges with other members cities of the network, young writers and translators will be engaged as ambassadors of different literatures and cultures around the world. Residency programs might be developed, in order to support the creation of new literary projects. A prototype is being tested in Milan by LabForm with Goethe Institut, together with proElvetia, Haiti and Babel on German literature. Edinburgh or Barcelona have been identified as potential partners to develop the format.

2. New Authors, New Books, New Jobs (for young professionals) : In the last years, communication and publishing (and in general cultural production and marketing) have experienced significant transformations, involving several professions simultaneously and creating new needs in terms of skills and interdisciplinary collaborations. Old and new professionals enjoy a rich but fragmented learning environment in Milan. With the help of other Literature Creative Cities, a laboratory will be created so as to monitor the evolution of the new opportunities offered by the paper and digital publishing industry to the job market. The project might include specific initiatives aimed at identifying and testing new formats for libraries and bookstores, in a multi-disciplinary and multi-functional landscape.

3. Cultural Spaces for a Creativity Led Urban Development (research project) : One of the characteristics of the contemporary urban landscape is the emergence of different formats of facilities targeting professionals of the creative economy : cultural hubs, incubators, cultural centers, multi-functional and multi-disciplinary spaces. In many cases, such initiatives are part of broader urban regeneration projects and are increasingly becoming relevant players in cultural innovation processes. We want to develop a specific action oriented project across Literature Creative Cities to map such experiences and see how new cultural productions occur in different cultural settings. Four aspects will be investigated, so as to assess the extent that these initiatives may foster a sustainable development for the arts : their location within the city and their role in urban regeneration programs; the mechanisms for inclusion and involvement of different professionals, the narrative around these spaces and the conditions for their economic sustainability. Exchanges and residencies opportunities will be explored.

Stefano Parise (componente del management team, oltre che direttore del Settore Biblioteche del Comune di Milano) ha illustrato le attività di sostegno alla candidatura sul piano internazionale, a cominciare dai contatti con le altre “cuttà letterarie”. Nella giornata del 9 ottobre 2017, all’Istituto Italiano di Cultura di Parigi, nell’ambito di un ciclo di manifestazioni dedicate a Milano e alla sua cultura, accompagnata da un’edizione speciale (in francese) di Milano. A Place to Read, la mostra che illustra la Milano degli autori, dei lettori e degli editori, l’Assessore Del Corno presenterà la candidatura della città.
Ora si tratta di proseguire il lavoro su due fronti. In primo luogo sostenere la candidatura della città, soprattutto presso le altre “literary cities”, che hanno un ruolo determinante nel processo di valutazione. In secondo luogo, è necessario impostare la fase progettuale, coinvolgendo tutte le realtà che operano nel settore a Milano. Una primo nucleo sono gli stakeholders già individuati, che hanno immediatamente aderito all’invito dell’Assessore Del Corno. Si tratta di un gruppo aperto, che potrà e dovrà coinvolgere altri soggetti, intorno a iniziative condivise. Verranno così rese visibili, valorizzate e messe a sistema diverse buone pratiche” già attive, nella certezza che da queste sinergie nasceranno nuove idee e visioni.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...